VOLKSWAGEN T1

VOLKSWAGEN T1 | Mod. 271

separatore

La Volkswagen aveva un motore a benzina di 1192 c.c., una potenza di 42 cavalli e una velocità di 95km/h. Allestimento originale tedesco di serie con 2 barelle affiancate e sedia portantina fu denominata AUTO  3 a partire dall’anno 1974.

ambulanza volkswagen t1-271 | croce verde civitanova marcheTargata MC 372293, fu inaugurata il giorno 27 ottobre 1963 alla presenza delle principali autorità cittadine.

Il 3 ottobre il Consiglio della Croce Verde esaminò i preventivi pervenuti per l’acquisto di un nuovo mezzo più volte auspicato.
Tra le offerte la scelta cadde sulla Volkswagen T1 ritenuta la più idonea all’uso.

In quel periodo esistevano sul mercato ambulanze derivate da autovetture e ambulanze derivate da furgoni.
Quelle derivate da autovetture erano troppo costose, potevano trasportare un solo malato e avevano spazi angusti nel vano sanitario.

Tra le ambulanze derivate da furgoni esistevano il Fiat 1100 T del 1957, il Romeo dell’Alfa Romeo ed il Volkswagen T1 del 1949.
Le ambulanze italiane non nascevano come autolettighe, ma dovevano essere trasformate allo scopo dai vari allestitori.
Tutte avevano le barelle disposte a castello, soluzione scomoda sia per i pazienti che per gli operatori.

La Volkswagen era l’unica ambulanza prodotta in serie dalla casa madre, pertanto il prezzo era inferiore alle concorrenti italiane.
Il terzo punto a favore era rappresentato dall’allestimento interno del vano sanitario: due barelle affiancate e non sovrapposte, più una comodissima portantina e due sedili per gli accompagnatori.

Sicuramente non c’era senso di soffocamento in 4,6 metri cubi e riuscire a caricare tre feriti contemporaneamente con un unico autista era una grande potenzialità.

 

separatore

LA NOSTRA STORIA

post-box-mezzistorici     post-box-sedi     post-box-repertorio

 

separatore

 

 

 

I commenti sono chiusi.